Crisi: meno veicoli commerciali sulle strade, Bergamo meglio della media regionale

Crolla in Lombardia il parco circolante di veicoli comerciali per il trasporto merci: ma se in Lombardia si registra un -2,5%, nella provincia di Bergamo va leggermente meglio. Varese, invece, registra un sensibile calo del 16,2% per quanto riguarda il parco circolante dei mezzi pesanti superiori alle 3,5 tonnellate.

Nella provincia di Bergamo cala il parco circolante di veicoli commerciali per il trasporto merci: lo rivela il Centro Ricerche Continental Autocarro su dati Aci, studio condotto a livello lombardo. E nella nostra regione la situazione è tutt'altro che bella: negli ultimi cinque anni questi mezzi sulle strade sono diminuiti da 544.535 a 530.711, ovvero un calo del 2,5%. Un dato un po' anomalo, nella ricca Lombardia, visto che a livello nazionale la tendenza è quella di un aumento, seppure lieve, pari allo 0,7%

La diminuzione, tuttavia, è tutt'altro che omogenea sul territorio. E nella provincia di Bergamo va leggermente meglio che altrove. Il primato negativo  spetta a Monza e Brianza in virtù di un calo pari al 4,4%.  Seguito a breve distanza da Brescia (-4,1%), Lecco (-3,5%), Milano (-3,3%) che risulta alla pari con Lodi, Cremona (-2,4%), Bergamo (-2,3%), Varese (-2%), Pavia (-1,3%), Como (-1%).

La ricerca mette invece in luce come in due province sia stato registrato addirittura un aumento del parco circolante: a Sondrio un +2,4%, mentre a Mantova addirittura un +2,8%.

Ancora più impressionante, invece, il calo se si prendono in considerazione i veicoli pesanti per il trasporto merci: un -12% a livello regionale (a livello nazionale è un -7,6%) con il dato più negativo a Varese (-16,2%) e quello più contenuto a Sondrio dove si parla comunque di un calo del 9,1%,