Stomp al Creberg: 25 anni di successi e di ritmo sfrenato

BERGAMO - Chi non l'ha mai visto, farà bene a non perdere l'occasione. Chi ha già provato l'esperienza, molto probabilmente vorrà ripeterla: domani e mercoledì, sul palco del Creberg, c'è Stomp. Ovvero quello spettacolo di danza con ritmi ricavati dall'utilizzo degli oggetti quotidiani

Il nome già dice tutto: Stomp. Ovvero una danza con ritmo sfrenato. Ma, ormai, è un nome che dice molto anche ai non addetti ai lavori: Stomp, quel folle spettacolo con incredibili percussioni ricavate dagli oggetti della nostra quotidianità, approda al teatro Creberg di Bergamo.

L'appuntamento è per domani, martedì 25 ottobre, e per mercoledì. E sarà un evento del tutto eccezionale per celebrare i 25 anni di attività di questo gruppo nato a Brighton, Inghilterra, nel 1991 dalla creatività di Luke Cresswell e Steve McNicholas.

Da allora di strada ne hanno fatta parecchia, sia come celebrità sia come tour per il mondo. Si sono esibiti ovunque, anche sui palchi più prestigiosi. Da Broadway a Parigi, da Los Angeles a Tokyo, in oltre 40 paesi e con 5 formazioni internazionali fisse. Chiamati anche per la cerimonia conclusiva delle Olimpiadi di Londra nel 2012.

Senza trama, personaggi né parole, Stomp mette in scena il suono del nostro tempo, traducendo in una sinfonia intensa e ritmica i rumori e le sonorità della civiltà urbana contemporanea. Con strofinii, battiti e percussioni di ogni tipo, i formidabili ballerini, percussionisti, attori e acrobati di Stomp danno voce ai più “volgari”, banali e comuni oggetti della vita quotidiana: bidoni della spazzatura, pneumatici, lavandini, scope, spazzoloni, riciclandoli a uso della scelta, in un “delirio” artistico di ironia travolgente. Imperdibile.