"Il Donizetti suona il rock": open night al Conservatorio

BERGAMO - Il Conservatorio "Gaetano Donizetti" spalanca le sue porte alla città. E lo fa in orario serale: oggi, fino alle 22, si potrà andare nella sede di via Scotti. In più un'aggiunta: "Il Donizetti suona il rock", ovvero la presentazione dei corsi che da quest'anno amplieranno l'offerta formativa.

La novità vera sta nell’apertura serale del Conservatorio Donizetti. Oggi, mercoledì 14, l’attuale sede di via Scotti aprirà le porte alla città per una serata dedicata agli studenti. Fino alle 22 loro saranno i veri protagonisti: potranno infatti restare in Conservatorio in orario serale per studiare, esercitarsi in formazioni da camera, confrontarsi con i loco compagni.

Nell’occasione il Conservatorio sarà visitabile da quanti ne vogliano respirare l’atmosfera, vogliano comprendere meglio come si svolge la vita in una scuola tanto particolare, in cui i corsi collettivi vanno affiancati agli individuali, in cui studenti di età diverse crescono insieme, secondo una scansione temporale che è possibile solo là dove si fa musica.

Ma non è tutto. Sempre oggi il Donizetti suona il Rock. Non una semplice provocazione. Durante la serata verranno infatti presentati, con la partecipazione dei docenti coinvolti, i corsi liberi che da quest’anno ampliano l’offerta formativa dell’Istituto cittadino: chitarra elettrica, batteria moderna, canto moderno, basso elettrico, tastiere. Chiuse le iscrizioni a questi corsi lo scorso 30 settembre, eccezionalmente chi fosse interessato potrà “usare” la serata per iscriversi oltre termine.

Un’occasione in più per non perdersi l’open night del Conservatorio, “il palazzo sonoro” di via Scotti, che per la prima volta inonderà le strade su cui si affaccia di musica anche in orario serale.

I dettagli dei corsi liberi, tenuti da Fabrizio Frigeni chitarra elettrica, Eugenio Mori batteria moderna, Maria Beatrice Sinigaglia canto moderno, Hermes Locatelli basso elettrico e Davide Rossi tastiere. Per tutti gli interessati il ritrovo con i cinque docenti è nell’Auditorium del Conservatorio alle 20.