Le zanne del mammut per la prima volta esposte al museo

BERGAMO - Il museo di scienze naturali mostra uno dei suoi tesori: domenica, per la prima volta, saranno esposte al pubblico le due zanne del giovane mammut ritrovate tra Bergamo e Villa d'Almè nel 1905

Per la prima volta da quando sono state scoperte le zanne di Mammuthus Primigenius, il gigante del Quaternario la cui ricostruzione accoglie i visitatori all'ingresso del museo civico di scienze naturali di Bergamo, saranno accessibili al pubblico. Accadrà questa domenica.

Sono le zanne di un mammut giovane, ritrovate tra Bergamo e Villa d'Almè nel 1905. La prima zanna  è stata completamente restaurata nel corso del 2016. L’accurato lavoro di pulizia dalle antiche patine e quello di consolidamento hanno richiesto molti mesi di accurati interventi. Asportazione e pulitura dai materiali di restauro in precedenza utilizzati, trattamenti di consolidamento, tamponamento delle parti mancanti e colorazione delle integrazioni sono stati il lungo percorso condiviso con la Soprintendenza Archeologica della Lombardia.

Oggi la zanna sinistra, finalmente completa e restaurata, domina il laboratorio del museo. A fianco è da pochi giorni collocata la seconda zanna che verrà restaurata nel corso del 2017. La vista di due reperti è particolarmente suggestiva e il lavoro compiuto merita di essere conosciuto.

I visitatori potranno incontrare per la prima volta un nuovo emblematico esempio della ricchezza delle collezioni di un museo che sta per compiere i primi 100 anni della sua storia. Per scoprire in anteprima questo tesoro, piccoli gruppi di 10 persone potranno conoscere la storia di questi preziosi ed enormi reperti che ci faranno tornare al Quaternario quando in città…pascolavano i mammut.

Le visite sono previste domenica alle 15, alle 16 e alle 17 nel laboratorio di Paleontologia di piazza Cittadella. Appuntamento riservato ai visitatori del museo fino ad esaurimento dei posti previa prenotazione obbligatoria al numero 035.286011 (ore 10-12.30, 14.30-17.30)