Il turismo culturale europeo si confronta: convegno a Città Alta

BERGAMO - Venerdì la città diventa protagonista nel panorama del turismo: nella sede universitaria di Sant’Agostino in Città Alta si svolgerà l'11° convegno sul turismo culturale europeo. Appuntamento organizzato da Comune, Università e dal Circuito delle Città d’Arte della pianura padana.

“Il turismo culturale europeo” protagonista venerdì 11 dicembre nella sala conferenze della sede universitaria di Sant’Agostino in Città Alta: una giornata per approfondire le tematiche legate al turismo enogastronomico, una riflessione dal titolo “Food and Wine come motivazioni di viaggio: opportunità e sfide”, particolarmente significativo dopo l’ufficializzazione di Bergamo e della Lombardia orientale come Regione Gastronomica Europea 2017.

Il convegno è organizzato dall'Università degli Studi di Bergamo dal Comune di Bergamo e dal Circuito delle Città d’Arte della pianura padana.
Sotto questo punto di vista, l’appuntamento di venerdì rappresenta un’altra importante tappa nel percorso di consacrazione di Bergamo come meta turistica: nel 2015 la città ha ospitato un importante convegno sul turismo italiano nell’ambito della kermesse NF, ospitando il ministro del MIBACT Dario Franceschini, ha rivoluzionato gli strumenti di promozione turistica grazie al nuovo brand VisitBergamo e registrato un nuovo record di presenze nel semestre di Expo, con oltre il 20percento in più di presenze sul territorio rispetto al 2014.

“La cultura del cibo e la gastronomia – spiega Roberta Garibaldi dell’Università degli Studi di Bergamo - stanno diventando fattori sempre più rilevanti nelle aspettative e nelle motivazioni dei viaggiatori; il prodotto alimentare è divenuto punto di incontro tra l’autenticità di un territorio e il turista desideroso di proposte genuine, partecipative e strettamente collegate alle specificità del territorio che visita e della sua cultura. I dati di oggi confermano che le nuove tendenze del turismo non prescindono da esperienze gastronomiche e da nuovi prodotti turistici che valorizzano culture e tradizioni locali, stile di vita sano, incontri ed esperienze autentiche, sostenibilità, itinerari creativi. Il convegno offre l’opportunità di un confronto sulla situazione attuale e sulle sfide di questo segmento turistico emergente quanto a conoscenza, tendenze dei consumatori, gestione dello sviluppo degli eventi e comunicazione”.

Rappresenterà un momento di grande interesse la tavola rotonda su “turismo e food” prevista all’interno dei lavori del mattino e che vedrà intervenire tutti gli assessori al turismo delle città del Circuito Città d’Arte della Pianura Padana, tra i quali Nadia Ghisalberti per Bergamo, Laura Castelletti per Brescia e Barbara Manfredini per Cremona. 

Nel pomeriggio, intorno alle 15, il confronto con le esperienze internazionali, con i casi studio dell’Agenzia Catalana per il Turismo, di Failte Ireland e dell’Istituto Nazionale Olandese sul Turismo: Bergamo, dopo il convegno “Centralità dei Territori”, torna punto di riferimento di esperienze in Europa, confermando la tendenza di internazionalizzazione delle proprie proposte.