Zingonia: sigilli ai contatori abusivi del gas

ZINGONIA - Un nuovo intervento dei Carabinieri. Non in massa, così com'era avvenuto con altre recenti operazioni, ma comunque significativo: sono stati infatti messi i sigilli agli allacciamenti abusivi del gas.

Il messaggio lanciato ai residenti di Zingonia ormai è chiaro: è in corso una "operazione di pulizia" a 360 gradi, per il ripristino della legalità. Dopo i ripetuti blitz contro gli spacciatori, con interventi che hanno coinvolto ogni volta un gran numero di Carabinieri (comprese le Unità cinofile e il Nucleo elicotteristi), stavolta gli uomini dell'Arma sono intervenuti per altri reati. Minori, ma comunque reati.

I militari della stazione di Zingonia, infatti, in esecuzione dei decreti di sequestro firmati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bergamo, hanno messo i sigilli a tutti quei contatori del gas dov'erano stati riscontrati allacci abusivi.

In totale una decina, tutti fatti dagli inquilini dei palazzoni, tutti stranieri e in prevalenza di origine maghrebina. L’ipotesi di reato contestata dagli inquirenti è furto aggravato dal mezzo fraudolento ai danni della società erogatrice del servizio.