Vuole collaborare con l'Atalanta: bomba carta contro la sede del Gussago

BERGAMO - Una società che ha deciso di collaborare con l'Atalanta per il settore giovanile, il Gussago Calcio che ha sede nel bresciano, ieri sera è stata colpita da una bomba carta. Sul muro della sede, con lo spray è comparsa la scritta "Odio Bergamo". Indagini in corso da parte dei Carabinieri.

Si parla di calcio, scende in campo l'idiozia: ignoti, nella serata di ieri, hanno lanciato una bomba carta contro la sede del Gussago Calcio, società bresciana che collabora con l'Atalanta. E a spiegare il gesto ecco la scritta sul muro: "Odio Bergamo".

La rivalità tra le due città, insomma, arriva fino a questo punto. Con l'unica colpa del Gussago Calcio, che vuole regalare un sogno ai bambini che indossano la sua divisa collaborando con una società ai vertici nazionali.

L'episodio è accaduto prima delle 21.30 nella frazione di Casaglio dove ha sede il centro sportivo Corcione. Nessun ferito, soltanto una finestra distrutta, ma è un episodio che colpisce il mondo dello sport già troppe volte penalizzato dalla presenza di tifosi senza cervello.

Sul posto sono arrivati i Carabinieri della Compagnia di Gardone Valtrompia insieme a quelli del comando provinciale. Indagini in corso per risalire all'autore del gesto, con ogni probabilità con una direzione da prendere che appare già scritta: nella stessa giornata di ieri un gruppo di tifosi organizzati aveva deciso di terminare la sua attività proprio in virtù della collaborazione della società con l'Atalanta. Poche ore dopo la bomba e la scritta contro Bergamo.