Volontario aggredito, poveri senza cena per punizione

BERGAMO - Il volontario è stato aggredito da due avventori ubriachi? Allora tutti a letto senza cena per qualche sera. E' accaduto questo a "Posto caldo", la mensa serale per persone in situazione di disagio economico, punite per l'inspiegabile aggressione

A letto senza cena. La tipica punizione che si usava nelle famiglie di una volta è stata messa in pratica anche a "Posto caldo", la mensa serale per le persone in situazione disagio economico, situata nei pressi della stazione autolinee di Bergamo.

E' accaduto settimana scorsa, quando un volontario è stato aggredito da uno dei frequentatori per futili motivi. Due ubriachi che hanno gettato il pasto a terra e se la sono presa con il malcapitato. Un brutto gesto, visto che si preoccupa di dedicare il suo tempo alle persone che non hanno da mangiare, e che ha spinto don Fausto Resmini del patronato San Vincenzo a prendere la drastica decisione: niente cena per i poveri per qualche sera.

Non dev'essere stato semplice neanche compiere questa scelta della linea dura. Il sacerdote, però, ha dichiarato alla stampa che si è trattato di un segnale forte che si è voluto dare alle persone che frequentano la mensa. Spesso cariche di tensione, a causa della loro condizioni, ma devono comunque imparare ad avere rispetto per gli altri. Qualche sera a stomaco vuoto, dunque, per riflettere e per capire che certi atteggiamenti devono rimanere fuori dalla porta.