Visit Bergamo: nel semestre di Expo un boom di turisti in città

BERGAMO - A conclusione del semestre di Expo si tirano le prime somme e sono entusiasmanti: i turisti stranieri sono aumentati del 20%, ma sono in forte crescita anche quelli provenienti dall'Italia (+18,8%). Il progetto Visit Bergamo, tuttavia, è tutt'altro che concluso.

Tempo di bilanci per il progetto di promozione turistica VisitBergamo: a sei mesi dal varo del nuovo contenitore di attività per migliorare l’attrattività della città di Bergamo e lanciarla sul mercato internazionale del turismo i numeri sono più che confortanti e dimostrano che la via intrapresa è quella giusta.

In primo luogo è confermato un notevole incremento per quel che riguarda i flussi turistici in città nel periodo maggio-ottobre 2015, con variazioni percentuali che superano il +20% per quello che riguarda le presenze straniere nel capoluogo, il +18.8% di presenze dall’Italia e un dato straordinario di oltre 308.474 turisti registrati dal 93,9% delle strutture che hanno risposto alla rilevazione effettuata dall’Osservatorio provinciale sul turismo. 

Interessanti anche i dati sull’area della Grande Bergamo, a dimostrazione che la promozione del territorio è stata sistemica e che ha dimostrato una visione ampia e in grado di abbracciare i territori dell’hinterland. +16.2% il dato complessivo, su cui influisce un incremento notevole dei flussi turistici provenienti dall’Italia (+23.2%), e oltre 275mila presenze nel periodo maggio-ottobre 2015. 

A dimostrazione del ruolo ricoperto dal portale web e dalla strategia di comunicazione Visit Bergamo vi sono i dati stessi del sito internet www.visitbergamo.net: gli utenti unici giornalieri sono stati 3617 (54% italiani, 46% dall’estero) nel trimestre campione giugno-agosto 2015, triplicati rispetto ai dati dello stesso periodo 2014 del sito Turismo Bergamo, con una permanenza sulle pagine di oltre 3 minuti a utente e oltre 80 mila utenti iscritti spontaneamente al rinnovato servizio di newsletter.

Prendendo in considerazione il portale TripAdvisor, uno dei siti più cliccati da chi viaggia, la progressione di Bergamo per quel che concerne il dato relativo ai commenti è impressionante: nel gennaio 2013 erano 2681 i commenti sul capoluogo orobico, nell’aprile 2015 5260 (+96% in 28 mesi di tempo), allo stato attuale sono 8523, con una variazione percentuale in positivo del 62% in soli sei mesi. La media di post al mese sulla città passa così dai 92 dell’aprile scorso ai 544 attuali. 

Parallelamente migliora il “sentiment” sulla città, a dimostrazione che Bergamo ha migliorato sensibilmente il suo modo di comunicare tutte le sue parti, riuscendo a trasmettere una migliorata percezione di sé verso il visitatore. 

“La nostra città sta uscendo dal guscio e sta riuscendo ad affermarsi per quella che è davvero, una straordinaria città d’arte e di cultura. – sottolinea Nadia Ghisalberti, assessore al turismo del Comune di Bergamo – Un esempio concreto: solo in questi giorni Bergamo si impone sul palcoscenico nazionale e internazionale grazie alla forza della sua offerta culturale, dalla prima nazionale di “Due donne che ballano” al Teatro Sociale, alla rappresentazione di un’attesissima Anna Bolena di Gaetano Donizetti (che ha richiamato giornalisti da tutta Italia e dall’estero), al ritorno del capolavoro assoluto del Sarto di Giovan Battista Moroni e alla grande mostra dedicata a Malevic. Visit Bergamo ha consentito di attuare strategie in grado di comunicare verso l’esterno l’essenza della nostra città, un brand che dobbiamo saper sfruttare per imporre la nostra città all’attenzione internazionale”.

“La prima fase del portale Visit Bergamo - spiega il sindaco Giorgio Gori - ci ha permesso di affrontare la stagione di Expo con buoni risultati, testimoniati dai dati che abbiamo appena commentato e di cui ringrazio l’Osservatorio Turistico della Provincia, che ha svolto un grande lavoro di monitoraggio dei flussi turistici, un impegno che si è rivelato molto utile per comprendere l’efficacia delle strategie messe in campo. Ora lanciamo una secondo fase del progetto Visit Bergamo, molto più strutturata e in grado di svolgere un ruolo di vera regia tra tutti gli operatori che lavorano nel settore turistico della nostra provincia. Si tratta infatti di un progetto a medio termine che prevede la partecipazione diretta degli operatori (albergatori, ristoratori, ma anche attività commerciali, ecc.) e una serie di servizi destinati ai territori.”

Il sito www.visitbergamo.net si presenta già rinnovato nell’interfaccia e nei contenuti ai visitatori: una nuova veste grafica, che privilegia l’immagine, un menu meglio organizzato e più leggibile con uno speciale box per il lancio di eventi, servizi o advertising, foto aggiornate alla stagione invernale a cui si accompagna la conferma della scelta degli editoriali. Il portale presenta un miglioramento degli strumenti di ricerca, lo snellimento e una più efficace comunicazione degli eventi e delle possibilità di raggiungerli.

La parte più interessante e innovativa riguarda però la nuova strutturazione del portale, che si apre davvero agli operatori del settore. Ogni albergatore, ristoratore o struttura per il turismo che aderisce al progetto Visit Bergamo ha la possibilità di usufruire di una pagina dedicata, alla quale può accedere per caricare contenuti propri, organizzati e visualizzabili con lo stile accattivante proprio del sito. Ogni operatore potrà inserire le proprie offerte, ma anche i propri menu, i propri punti di forza, caricando anche contenuti multimediali di impatto e sfruttando le possibilità di visibilità che il portale offre. 

Allo stato attuale il sito VisitBergamo è il 16millesimo sito più cliccato in Italia, più di mille posizioni sopra Visit Verona, 10mila meglio di Visit Mantova, 20mila meglio di Tourism Brescia, 14mila sopra Wonderful Expo e 25mila meglio di Visit Garda. Nel periodo maggio-ottobre 2015 il portale bergamasco è stato in media di gran lunga il più cercato e cliccato sul motore di Google, rispetto a città come Brescia, Mantova, Ravenna o Perugia, città medie o vicine che rappresentano buoni elementi di paragone sulla promozione turistica.

A partire da questi risultati si sviluppano le strategie per il futuro: si va verso un portale in grado di gestire prenotazioni, sia verso alberghi che ristoranti, abbreviando i tempi e tagliando i passaggi per coloro che desiderano visitare il nostro territorio. 

“Non solo nuove iniziative per quello che riguarda il portale e il progetto Visit Bergamo in generale – sottolinea Luigi Trigona, presidente di Turismo Bergamo – ma siamo al lavoro anche per realizzare anche novità rispetto alla gestione stessa dell’Azienda di promozione turistica bergamasca. Turismo Bergamo deve divenire un’agenzia sempre più attenta all’innovazione e alle best practice del settore. i risultati ottenuti in questi sei mesi sono il frutto di un lavoro di squadra che ha visto collaborare in modo nuovo le principali istituzioni della città: Turismo Bergamo, Camera di Commercio, Comune e Provincia. Ciascuno ha fatto la sua parte e noi come Turismo Bergamo abbiamo messo a disposizione sia risorse economiche che personale in una misura consistente. Devo dire che sicuramente questo fare rete e lavorare insieme è una delle prime eredità che Expo ci lascia. Abbiamo imparato un metodo che rimarrà come patrimonio da far fruttare per il bene del nostro territorio.”