Va a vuoto l'assalto al Bancomat: nell'esplosione a fuoco le banconote

COSTA DI MEZZATE - Più che un colpo messo a segno è stata una esplosione fallimentare: i malviventi che nella notte tra lunedì e martedì hanno fatto saltare il Bancomat della Popolare di Vicenza, sono fuggiti a mani vuote perché hanno preso fuoco anche le banconote. Notevoli i danni strutturali all'edificio.

Questa volta il colpo non è andato secondo le previsioni: i malviventi, dopo aver fatto saltare il bancomat, si sono accorti che anche le banconote stavano prendendo fuoco. Non hanno potuto fare altro che risalire velocemente in macchina e fuggire prima dell'arrivo dei Carabinieri.

Il tentativo di furto è avvenuto nella notte tra lunedì e martedì, all'incirca verso le 3, alla Banca Popolare di Vicenza in via Roma. Difficile stabilire se si tratta della Banda del Bancomat che in questi mesi ha preso di mira parecchi sportelli nella bergamasca. Probabilmente si tratta di gente meno avveduta, visto il risultato.

Il botto ha risvegliato quasi l'intero paese, le banconote sono diventate inutilizzabili. Per la banca si tratta comunque di un danno notevole per le conseguenze che l'esplosione ha causato all'edificio. Indagini in corso da parte dei Carabinieri.