Uno scivolone di 150 metri: per l'escursionista arriva il Soccorso alpino in elicottero

SELVINO - Stava esplorando una falesia insieme a un amico, a circa mille metri di quota, quando a causa dell'erba e del fogliame ha fatto uno scivolone per 150 metri. Un uomo di 47 anni, nella giornata di ieri, malridotto, è stato portato in salvo dagli uomini del Soccorso alpino insieme ai Vigili del fuoco.

I tecnici della VI Delegazione Orobica sono intervenuti ieri, venerdì 15 gennaio, per il recupero di un uomo di 47 anni. Si è trattato di una operazione congiunta, durata circa tre ore e mezza, svolta insieme con il SAF dei Vigili del fuoco, che hanno collaborato in sinergia nell'intervento.

L'uomo era uscito per un'escursione con un amico, stavano esplorando una falesia in località Ama, a poco meno di 1000 metri di quota, ma poi è scivolato, anche per la presenza di erba secca e fogliame, per circa 150 metri. A causa delle ferite riportate, sebbene sia sempre rimasto cosciente, non riusciva a proseguire e quindi hanno chiesto aiuto.

La chiamata è giunta alla Centrale operativa 112, che ha contattato il Soccorso alpino, come sempre accade quando il luogo interessato è impervio oppure ostile. Sul posto è giunta l'eliambulanza di Areu (Azienda regionale emergenza urgenza), decollata dall'elibase di Bergamo, per il successivo trasporto in ospedale dell'infortunato. È intervenuto anche l'elicottero dei Vigili del fuoco partito da Varese.