Treviglio: gruppo interforze per eseguire controlli nei centri massaggi gestiti da cinesi

TREVIGLIO - Polizia locale, Nas dei Carabinieri di Brescia e Ispettorato del Lavoro di Bergamo. Tutti insieme, ieri pomeriggio, per eseguire controlli nei centri massaggi cittadini gestiti da cinesi. Trovate irregolarità

Un "gruppo interforze" per  eseguire ispezioni amministrative in alcuni centri massaggi della città di Treviglio gestiti da cinesi: Polizia locale, NAS CC di Brescia e Ispettorato del Lavoro di Bergamo) giovedì pomeriggio hanno voluto verificare così il rispetto della normativa che regola tale particolare settore commerciale.

In un centro massaggi, in particolare, sono state riscontrate delle violazioni oggetto di sanzionamento da parte dei militari dell’Arma e degli altri organismi di vigilanza intervenuti. All’interno di tale attività è stata individuata una massaggiatrice cinese “abusiva”, in quanto non munita della relativa certificazione di abilitazione, in possesso invece del titolare, nonché direttore tecnico, assente però durante il controllo. La stessa, nello specifico, all’atto del blitz, stava operando nei confronti di un cliente.

Contestata così la violazione amministrativa contemplata dal Regolamento comunale in relazione alla Legge Regionale di riferimento, per un importo di alcune centinaia di euro. Contestata inoltre la sanzione riguardante la posizione lavorativa irregolare della massaggiatrice cinese rintracciata, probabilmente già recidiva.

Nei prossimi giorni, verrà avviato nei confronti del centro massaggi cinese ispezionato un procedimento di sospensione/revoca della SCIA in conseguenza del controllo interforze eseguito.