Tre chili di hashish tra i bagagli di famiglia caricati sull'auto

BERGAMO - Un tunisino residente nella bergamasca ieri è stato arrestato dalla Polizia di Stato all'uscita dal casello autostradale di Rovereto Nord. Tra i bagagli custodiva tre chili di hashish, molto probabilmente destinati allo spaccio locale

In tasca aveva un grammo di cocaina, che ha potuto giustificare con il consumo personale. Ma i tre chili di hashish stipati nel bagagliaio dell'auto erano davvero un po' troppi per cercare scuse: un tunisino, residente in provincia di Bergamo, ieri è stato arrestato dalla Polizia di Stato.

E' stato fermato dagli agenti, all'uscita dell'autostrada a Rovereto Nord, per un controllo di routine mentre era in auto con la moglie e i due figli minorenni.

Senza troppa difficoltà i poliziotti hanno notato nel bagagliaio i tre chili di sostanze stupefacenti che, molto probabilmente, sarebbero stati poi destinati allo spaccio locale. L'extracomunitario è stato immediatamente arrestato.