"The floating piers", troppi visitatori: in tilt il trasporto ferroviario

SULZANO - Troppa affluenza per "The floating piers", le passerelle sul lago d'Iseo realizzate da Christo: problemi per il trasporto ferroviario, visto che fino al termine dell'evento sette treni sono stati cancellati su disposizione dell'autorità di pubblica sicurezza.

Sette treni soppressi per dodici giorni a causa dell'eccessivo afflusso di visitatori sul lago d'Iseo per poter camminare su "The floating piers", le passerelle realizzate da Christi, artista statunitense di origini bulgare.

Lo ha deciso l'autorità di pubblica sicurezza, alle prese con un'affluenza davvero eccezionale che sta mettendo in difficoltà la gestione organizzativa.

Per questo motivo da oggi fino al 3 luglio, ultimo giorno in cui sarà possibile ammirare (e percorrere) le passerelle, sono stati cancellati questi treni:
- n. 6017 (Iseo 7:42-Brescia 8:25)
- n. 6030 (Brescia 10:20 - Marone Zone 11:09)
- n. 6039 (Iseo 12:08 - Brescia 12:44)
- n. 6045 (Marone Zone  12:50 - Brescia 13:43)
- n. 6048 (Brescia 14:19 - Pisogne 15:26)
- n. 6059 (Pisogne 15:34 - Iseo 16:03)
- n. 6064 (Iseo 18:06 - Marone Zone 18:24)

Inoltre da oggi fino al termine dell'evento i treni non fermeranno più a Pilzone. Lo rivela Trenord con una nota, spiegando che l'autorità di pubblica sicurezza, in virtù dell'eccezionale portata dell'evento, potrebbe anche disporre la temporanea soppressione della fermata di Sulzano. In questo caso le stazioni utili saranno Iseo (a sud di Sulzano) e Sale Marasino (a Nord di Sulzano)

Nei momenti di massimo afflusso i tempi di accesso ai treni potranno richiedere lunghe attese, anche di ore.

Per essere sempre informati si consiglia di prestare attenzione agli annunci di stazione e agli avvisi del personale di assistenza.