"The floating piers", Terzi: "Un'occasione irripetibile"

Di fronte all'opera di Christo, "The floating piers", sono rimasti a bocca aperta anche loro: gli assessori regionali, dopo aver partecipato alla cerimonia di inaugurazione, esprimono la loro soddisfazione per un'opera che proietta di colpo il Lago d'Iseo in tutto il mondo

I commenti degli assessori regionali Mauro Parolini (Sviluppo economico), Simona Bordonali (Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione), Viviana Beccalossi (Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo), Gianni Fava (Agricoltura), Claudia Maria Terzi (Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile) e Giulio Gallera (Reddito di autonomia e Inclusione sociale) che, con il presidente Roberto Maroni, hanno partecipato a 'The Floating Piers - The Opening', a Sulzano.
 
PAROLINI: LOMBARDIA GRANDE REGIONE TURISTICA D'EUROPA - "Ho coordinato insieme con la collega Bordonali il lavoro preparatorio di 'The Floating Piers' - afferma l'assessore allo Sviluppo economico Mauro Parolini -. Ora, insieme con la nostra Dmo Explora, siamo impegnati con tutte le realtà locali a promuovere sotto il profilo turistico questo magnifico territorio che, per merito dell'opera di Christo, conosce una notorietà mondiale legata a questa straordinaria opera di Land Art. È un altro passaggio importante verso la promozione della Lombardia come grande regione turistica d'Europa".
 
BORDONALI: DA REGIONE 250.000 PER LA SICUREZZA - "Per 'The Floating Piers' Regione Lombardia si è impegnata a fondo, collaborando a stretto contatto con tutti gli enti interessati per il settore delle Polizie locali e della Protezione civile e, soprattutto, investendo 250.000 euro solo per la sicurezza - ha spiegato l'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali -. Arriveranno agenti da Milano e da Brescia, così come volontari di Protezione civile da diverse province lombarde: saranno impegnati ogni giorno 100 agenti di Polizia locale e 350 volontari di Protezione civile, a conferma di come l'evento stia coinvolgendo tutto il territorio lombardo".
 
BECCALOSSI: LAGO D'ISEO NEL MONDO - "La portata di questo evento straordinario è ben superiore ai benefici, seppur importantissimi, che riuscirà a trasferire in termini di indotto turistico ed economico - è il commento dell'assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo Viviana Beccalossi -. The Floating Piers ha il merito di far conoscere il Lago d'Iseo, il territorio circostante e la Lombardia in un modo unico al mondo. Un progetto che vede la Regione impegnata in prima linea per garantire a migliaia di visitatori la sensazione di far parte, per un giorno, di qualcosa di unico e indimenticabile".
 
FAVA: UN PONTE PER SCOPRIRE UN TERRITORIO - "The Floating Piers costituisce l'opportunità per migliaia di persone di poter ammirare un'area bellissima della Lombardia, partendo da Sulzano per arrivare a Montisola, l'isola lacustre più grande d'Europa, che ha una produzione gastronomica peculiare, come il salame di Montisola - dichiara l'assessore all'Agricoltura Gianni Fava -. L'opera di Christo, unica nel suo genere, è davvero un ponte per scoprire un territorio che, dall'olio alla pesca, rende onore alla nostra regione".
 
TERZI: OCCASIONE UNICA - "Una occasione unica, in un luogo già magico come il lago di Iseo, il sesto di Italia per grandezza, che permetterà a tantissime persone di vivere e godere dell'ambiente con uno sguardo diverso - dice l'assessore all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi -. Una emozione che ho provato personalmente ancora più forte, visto che si tratta di un territorio, almeno la sponda bergamasca, dove sono nata e cresciuta".
 
GALLERA: EVENTO STREPITOSO DA NON PERDERE - "Un evento strepitoso che accende i riflettori sul paesaggio incantevole, ma finora poco conosciuto, del Lago d'Iseo - sottolinea l'assessore al Reddito di autonomia e Inclusione sociale Giulio Gallera -. Camminare sulle acque è un'esperienza unica. Visto che come tutte le iniziative di Christo sarà anche irripetibile invito tutti a non perdere l'occasione di viverla".