"Tetti d'Italia": Ghilardi pronto a scalare le vette più alte di ogni regione della penisola

BERGAMO - Prima della partenza, prevista tra pochi giorni, è stato ricevuto in Provincia dal Presidente Matteo Rossi: Ugo Ghilardi sarà impegnato per due mesi in giro per l'Italia nella sua impresa di scalare le vette più alte di ogni regione

La partenza del viaggio "Tetti d'Italia" è fissata per fine giugno e durerà circa 2 mesi: Ugo Ghilardi, ricevuto nei giorni scorsi da Matteo Rossi, Presidente della Provincia di Bergamo, partirà dalla Liguria, dove raggiungerà la vetta del Monte Saccarello (2.201 metri) per poi trasferirsi in Sardegna e quindi in Sicilia, da dove risalirà il Paese toccando il punto più alto regione per regione. La tappa finale sarà il Monte Bianco, che venne conquistato per la prima volta 230 anni fa,.

Lo sportivo, che non è nuovo a imprese come questa (nel 2011 ha toccato tutti i capoluoghi di provincia in bicicletta, l'anno successivo ha percorso a piedi la via Francigena da Canterbury a Roma, mentre lo scorso anno ha compiuto la salita di 100 vette delle Orobie per festeggiare i 100 anni del Cardinale Capovilla) era accompagnato dal presidente dell'Unione bergamasca CAI Paolo Valoti. Questa impresa vuole rappresentare la simbolica unione di tutte le montagne italiane, attraverso la valorizzazione dei diversi territori e delle loro culture, di cui il bergamasco si fa ambasciatore.

Il presidente Rossi e il consigliere Flaccadori hanno augurato ad Ugo Ghilardi un grosso in bocca al lupo, ripromettendosi di incontrarlo di nuovo una volta terminata l'impresa.