Tentato assalto a una villetta di Pagazzano: ma il vetro non cede e i malviventi fuggono

PAGAZZANO - Momenti di terrore lunedì sera per una donna residente in via Dante che, a casa da sola con i due figli, mentre il marito era di turno al lavoro, ha visto tre individui che con una grossa mazza hanno cercato di sfondare la vetrata dell'abitazione per entrare

Tentato l'assalto a una villetta di Pagazzano prendendo la vetrata con potenti colpi di mazza. Ma il vetro è antisfondamento e resiste mentre e i tre sono costretti alla fuga quando la proprietaria si mette a gridare. Indagini in corso da parte dei Carabinieri.

L'incredibile episodio è accaduto nella serata di lunedì, qualche istante prima delle 21, in via Dante. Non si trattava di un tentativo di furto: i malviventi sapevano che in casa c'era qualcuno e, molto probabilmente, sapevano anche che si trattava soltanto di una donna con i suoi due bambini. Il marito era al lavoro per il turno serale.

Tutto fa pensare a un colpo ben studiato, insomma, anche se i malviventi non avevano considerato un particolare: i vetri delle finestre dell'abitazione non sono comuni. Sono rinforzati. Quel tanto che è bastato per scheggiarsi, ma non hanno ceduto.

La donna si è trovata di fronte i tre che cercavano di sfondarlo con ripetuti colpi di mazza e, istintivamente, si è messa a gridare attirando l'attenzione di tutto il vicinato. I tre, per evitare rischi inutili, hanno dovuto rinunciare al colpo e risalire in auto per la fuga.

Pare che fossero individui di lingua slava, si sono allontanati velocemente a bordo di una Bmw di grossa cilindrata. Sul posto sono arrivati i Carabinieri di Treviglio per le indagini.