Tentata estorsione al bar: tre albanesi in manette

BERGAMO - Tre albanesi, due residenti nella bergamasca e uno nel milanese, sono stati arrestati nella serata di domenica dagli agenti della Polizia di Stato. Lunedì mattina sono stati processati per tentata estorsione ai danni dei gestori di un bar di via Foro Boario, danneggiamento e lesioni

La Polizia di Stato, intervenuta domenica sera nel bar di Bergamo, non ha avuto dubbi: tre albanesi sono stati arrestati per tentata estorsione, danneggiamenti e lesione aggravata. Processati per direttissima lunedì mattina, è stato convalidato l'arresto e rinviata l'udienza al 3 febbraio.

L'episodio è accaduto dopo l'ora di cena in un locale situato in via Foro Boario nei pressi della stazione. All'improvviso sono entrati tre albanesi: uno di 22 anni residente a Grassobbio, uno di 29 anni di Pedrengo e un terzo di 35 proveniente da Paderno Dugnano nel milanese.

I tre, come raccontato dai gestori del locale, avrebbero preteso soldi offrendo in cambio protezione. E, di fronte al rifiuto, avrebbero fatto capire che con loro non si scherza: non solo mettendo a soqquadro il bar, ma anche alzando le mani contro il personale.

Poi la fuga nel tentativo di far perdere le tracce, ma sono stati intercettati dagli agenti della Polizia di Stato dopo la telefonata al 112. Per loro sono scattate le manette, poi nella mattinata di lunedì il processo per direttissima. In attesa della prossima udienza rimarranno in carcere.