Strisce blu a Bergamo: da oggi si paga anche nei giorni festivi

BERGAMO - Da oggi si cambia: in centro città diventano a pagamento le strisce blu anche nei giorni festivi. Si paga dalle 9 alle 19, 2 euro all'ora per un massimo di due ore. E' la nuova fase del Piano della Sosta che era stato presentato lo scorso anno nel mese di maggio

Fate attenzione alle strisce blu nel centro di Bergamo: da oggi, domenica 15 gennaio, si paga per lasciare l'auto in sosta anche nei giorni festivi. Dalle 9 alle 19 mano al portafogli per cercare le monete: la tariffa è di 2 euro all'ora per un massimo di due ore consentite.

Si tratta dell'entrata in vigore della nuova fase prevista dal Piano della Sosta presentato dall'amministrazione comunale nello scorso mese di maggio, con la suddivisione della città in tre zone tariffarie (gialla, arancione e rossa, con tariffe diverse che diventano rispettivamente di 1 euro, 1,50 euro e 2 euro all'ora).

Il pagamento con le tariffe differenziate e modificate era poi entrato in vigore sei mesi più tardi, dopo la campagna informativa, ovvero nel mese di novembre. Da oggi, invece, il pagamento della sosta anche nei festivi.

Naturalmente sono previsti pagamenti anche per i residenti. Nella zona gialla si pagheranno 5 eruo al mese (16 centesimi al giorno, 60 euro all’anno), 7,50 euro nella zona arancione (25 centesimi al giorno, 90 euro all’anno) e 10 euro al mese (pari a 33 centesimi al giorno, 120 euro all’anno) nella zona rossa, ovvero centro città e Città Alta.

La stessa amministrazione comunale, introducendo la novità e motivandola con la necessità di "contrastare l'utilizzo del mezzo privato per favorire la mobilità alternativa", ha evidenziato che già in altre città si chiedono soldi anche ai residenti: a Milano pagano l’ingresso nell’area C cittadina (40 ingressi gratis e poi 2 euro a ogni ingresso), a Como le cifre dicono 368 euro all’anno per la sosta dei residenti, mentre a Varese i residenti pagano 120 euro all’anno per sostare negli stalli blu.