Sequestrati 165 mila profilattici pericolosi destinati in parte nella provincia di Bergamo

BERGAMO - Cinquantamila profilattici potenzialmente pericolosi, con falsa attestazione di regolarità e conformità alle leggi comunitarie, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza. Erano destinati alla provincia di Bergamo. Altri 115 mila, invece, hanno anche un'elevata percentuale di campioni forati.

Un maxi sequestro di 165 mila profilattici cinesi, potenzialmente pericolosi, destinati alla provincia di Bergamo. E' quello operato ieri dalla Guardia di Finanza di La Spezia con la collaborazione dell'ufficio delle Dogane.

Alla luce un traffico illecito di profilattici che non rispettano gli standard di sicurezza e, pertanto, non sono in grado di garantire la protezione da malattie infettive.

Più precisamente si tratta di 50 mila profilattici, con falsa attestazione di regolarità e conformità alle leggi comunitarie, trovati in un container proveniente dalla Cina. Lotto posto sotto sequestro, era destinato a un'azienda in provincia di Bergamo.

Altri 115 mila, invece, sono frutto di altre indagini svolte dalle Fiamme Gialle coordinate dalla Procura di La Spezia: anche questi sprovvisti di valida certificazione. Ma, nei test effettuati dall'Istituto Superiore di Sanità, si è scoperto che la percentuale di campioni forati è del 35%, mentre la legge consente fino a un massimo dello 0,8%.