Sdraiato a terra tra i binari: lo nota il macchinista nella nebbia

TREVIGLIO - Un macchinista di Trenord, in viaggio da Treviglio verso Bergamo, nel tardo pomeriggio di ieri, nonostante la nebbia, ha notato la sagoma di un uomo sdraiato tra i binari: era un polacco di 73 anni che risiede in città, malato di Alzheimer, caduto mentre vagava tra i binari e a terra incosciente dopo aver battuto la testa.

Quando i soccorritori sono giunti lungo la ferrovia, si è pensato subito al peggio e alla persona travolta dal treno: in realtà l'anziano era soltanto a terra incosciente tra i binari.

E' andata davvero bene all'uomo, un polacco di 73 anni che risiede in città. Era uscito di casa nel pomeriggio ma, malato di Alzheimer, ha iniziato a vagare senza meta. Il suo camminare lo ha portato anche lungo i binari finché, dopo aver inciampato da qualche parte, è rimasto sdraiato a terra.

Ad accorgersi della sua presenza un macchinista di Trenord, in viaggio da Treviglio verso Bergamo: nonostante la nebbia, è riuscito a scorgere la sua sagoma e a dare l'allarme. Sul posto sono arrivati gli agenti della Polfer, quelli del Commissariato, i soccorritori del 118.

Lo hanno trovato sdraiato tra due binari e, grazie a un biglietto trovato in tasca, è stato possibile contattare i familiari. L'anziano è stato trasportato all'ospedale, dove gli hanno medicato la vistosa ferita alla testa.

L'episodio ha avuto però ripercussioni sulla circolazione ferroviaria: problemi per quattro treni regionali, altri tre sono stati cancellati.