Rocca giù dal podio dei Paperoni di Borsa: ora è quinto in Italia

BERGAMO - I fratelli Gianfelice a Paolo Rocca, con un patrimonio di 8,4 miliardi di euro, sono al quinto posto in Italia quanto a patrimoni di Borsa. Nella Top 20 della classifica stilata da Milano Finanza è entrato per la prima volta anche Alberto Bombassei (Brembo)

Scendono dal secondo gradino del podio, ma restano nei primi cinque Paperoni di borsa: i fratelli Gianfelice e Paolo Rocca, con un patrimonio di 8,4 miliardi di euro, continuano a guidare la classifica dei bergamaschi più danarosi. In questi giorni, infatti, Milano Finanza ha diffuso la tradizionale classifica annuale che prende in considerazione gli italiani e il loro patrimonio di borsa.

In testa a tutti c'è ancora Leonardo Del Vecchio, il patron di Luxottica, con un "tesoretto" di 24,135 miliardi di euro. Dietro di lui il marchigiano Stefano Pessina di Walgreens Boots Alliance che, grazie a un incredibile exploit pari a un +437%, sale dal settimo al secondo posto. Salgono sul podio, rimontando una posizione, i fratelli Benetton che hanno ora un patrimonio di Borsa pari a 8,8 miliardi. Quarta è Miuccia Prada (8,5 miliardi, ma in calo), che precede i fratelli Rocca.

Per trovare gli altri bergamaschi occorre andare al ventesimo posto: c'è Alberto Bombassei, boss della Brembo, che con una crescita del 58% raggiunge il patrimonio di 1,6 miliardi ed entra per la prima volta nella Top 20 risalendo due posizioni.

Due posizioni guadagnate anche da Giampiero Pesenti, ora in 48esima posizione. E' invece alla riga 160 della graduatoria Ambrogio Caccia Dominini (della Tesmec) che incrementa del 20% il patrimonio del 2014 ma perde sette posizioni.