Rapina in banca, ma il direttore al telefono dà l'allarme: due in manette

URGNANO - Rapina fallita, ieri pomeriggio, alla banca di credito cooperativo. Erano circa le 15.30 quando quattro malviventi, dopo essersi finti normali clienti, sono entrati in azione armati di taglierino, forse anche di una pistola. Il direttore, però, ha fatto in tempo a dare l'allarme.

Il colpo in banca è fallito per la prontezza di riflessi del direttore: due uomini in manette ieri pomeriggio alla banca di credito cooperativo, altri due sono invece riusciti a fuggire. 

Sono stati davvero momenti di tensione, verso le 15.30, quando i malviventi sono entrati in azione. Tre erano già in coda nell'istituto di credito come normali clienti, poi è entrato il quarto che è saltato sul bancone per annunciare la rapina. 

Uno schiaffo a un cassiere e le minacce a una collega hanno convinto i dipendenti a lasciarsi rinchiudere nell'ufficio del direttore mentre i rapinatori hanno cercato di farsi aprire il caveau.

Non sapevano, però, che dopo aver fatto irruzione il direttore mentre era al telefono con un altro collega ha chiesto di avvisare i Carabinieri. In pochi istanti sono arrivati quelli di Treviglio: due rapinatori sono comunque riusciti a fuggire mentre altri due, dopo aver tentato inutilmente di nascondersi, sono stati arrestati.