Pugni in faccia al clochard che si rifiuta di offrirgli la sigaretta

TREVIGLIO - Un episodio incredibile di violenza ingiustificata nei confronti del senzatetto che dorme alla stazione: dopo aver detto no a un passante che gli chiedeva una sigaretta, è stato preso a pugni in faccia e a calci

Ha risposto no all'uomo che gli ha chiesto di offrirgli una sigaretta: il senzatetto di 52 anni che dorme nella stazione di Treviglio, è stato preso a pugni in faccia da un uomo che poi è fuggito facendo perdere le sue tracce.

L'incredibile episodio di violenza per un sigaretta negata è avvenuto nella tarda serata di martedì. Erano circa le 22 quando un uomo, descritto come un italiano di circa 30-35 anni, si è avvicinato al clochard che cerca sempre riparo in stazione per passare la notte.

Non era per un gesto di bontà, ma per chiedergli una sigaretta. Di fronte al no è iniziata la discussione che, in breve, si è conclusa con pugni in faccia al senzatetto oltre a qualche calcione.

L'aggressore si è poi allontanato senza lasciare traccia. La vittima è stata soccorsa da alcuni passanti che hanno telefonato ai Carabinieri e ai volontari del 118. Portato in ospedale a Treviglio, non è in gravi condizioni.