Porta a Venezia droga per 150 mila euro: corriere in manette

BERGAMO - Un albanese di 27 anni, partito da Bergamo in auto per consegnare 527 grammi di cocaina, è stato arrestato a Marghera dalla Guardia di Finanza. Nelle sue tasche aveva 2.400 euro, probabile compenso per il servizio prestato

Era partito da Bergamo in macchina per andare a consegnare la droga destinata alla piazza di Venezia: un albanese di 27 anni venerdì sera è stato arrestato dalla Guardia di Finanza a Marghera. In manette con lui anche un connazionale di 39 anni che lo attendeva sul posto per il ritiro dello stupefacente.

Una consegna non da poco: secondo le Fiamme Gialle quei 527 grammi di cocaina, una volta "tagliati", avrebbero fruttato un bel gruzzolo. All'incirca 150 mila euro.

I finanzieri hanno notato la vettura con targa straniera e hanno giudicato un po' sospetto il suo modo di spostarsi sul territorio. Dopo avere seguito l'albanese a distanza, i militari si sono accorti della consegna di un sacchetto.

Proprio in quel momento anche l'albanese di Marghera ha notato la loro presenza e ha cercato di nasconderlo con gesto rapido, ma è stato troppo tardi. Ritrovata la droga, mentre l'extracomunitario partito da Bergamo aveva nelle sue tasche 2.400 euro, con ogni probabilità il compenso per il trasporto della cocaina.

Arrestati, sono finiti entrambi nella casa circondariale di Santa Maria Maggiore a Venezia.