Poliziotto con pistola in mano ferma il sindaco negli Usa: l'ironia sul web

ARZAGO D'ADDA - Disavventura per il sindaco Gabriele Riva: andato negli Stati Uniti con i genitori per rivedere la sorella che sta studiando lingue oltre oceano, è stato fermato da un poliziotto perché non ha messo la freccia per svoltare. Poi ha avuto la pessima idea di scendere dalla vettura, costringendo il rappresentante della legge a mettere mano alla pistola.

Il sindaco, quello che risponde della sicurezza e della legalità in un paese, fermato negli Stati Uniti da un poliziotto con la pistola in mano. E' accaduto a Gabriele Riva, primo cittadino di Arzago D'Adda, al suo secondo mandato nonché segretario provinciale del Partito Democratico.

Il motivo? quando il poliziotto gli ha chiesto di accostare perché non aveva messo la freccia durante una svolta, lui è sceso dalla macchina per chiarire l'equivoco. 

Forse non ha visto molti film americani e, senz'altro, non è mai stato avvisato: in questi casi bisogna fermarsi e tenere le mani bene in vista sul volante. Scendere è stata una pessima idea, tanto che il poliziotto ha subito messo mano alla rivoltella.

Riva, che era negli Stati Uniti con i genitori per un viaggio di piacere con la scusa di andare a trovare la sorella che sta studiando oltre oceano, se l'è cavata con un "warning" un avvertimento. Sul web, però, si è scatenata l'ironia nei suoi confronti. E c'è chi, postando foto, gli suggerisce candidati per la prossima campagna elettorale.