Per riconquistare la moglie la insulta e la minaccia: operaio in manette

SERIATE - Il romanticismo alla Romeo e Giulietta è cosa d'altri tempi. Ma l'operaio di 29 anni residente in città ha forse ecceduto nel senso opposto: a fronte del desiderio della moglie di separarsi, è andato a insultarla e minacciarla. E' stato arrestato dai Carabinieri

La separazione, a questo punto, sarà forzata: un uomo di 29 anni, residente a Seriate, nella serata di venerdì è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Corsico (Mi) per atti persecutori nei confronti della moglie.

L'uomo, operaio di professione, non ha mai accettato l'idea della separazione ormai in atto. Per lui la fine della relazione è stato un duro colpo. Ma anziché rassegnarsi o tentare di riaprire il dialogo con la consorte, ha assunto atteggiamenti molesti nei suoi confronti.

Venerdì sera si è recato a Locate Triulzi (Mi), dove la donna è andata a risiedere, con uno strano stratagemma per riconquistarla: l'ha insultata e minacciata un'altra volta. Com'era prevedibile, ha ottenuto l'effetto opposto. Lei ha telefonato al 112, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile l'hanno arrestato in flagranza.