"Operazione Zingonia": dall'alba 150 Carabinieri in azione alla ricerca di droga e armi

ZINGONIA - Sono più di 150 i Carabinieri impegnati dalle prime ore dell'alba a Zingonia di Ciserano per setacciare tutte le abitazioni alla ricerca di droga e armi. Sul posto anche gli elicotteri e le unità cinofile di Orio al Serio e di Casatenovo (Lc)

E' la risposta della legge a una situazione di illegalità diffusa che rende il uartiere come uno dei più tristemente rinomati dell'intera provincia di Bergamo: dalle prime ore dell'alba più di 150 Carabinieri sono impegnati nella "Operazione Zingonia". Un intervento su vasca scala per scovare armi e droga.

Un intervento davvero impressionante quello organizzato dal capitano Davide Onofrio Papasodaro, da due mesi Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Treviglio che, su delega della Procura della Repubblica di Bergamo, sta coordinando le operazioni sul campo.

Impegnati non solo i suoi uomini, ma anche i militari della Compagnia di Bergamo, di quella di Zogno e di quella di Clusone oltre al Nucleo Elicotteristi e a quello Cinofili di Orio al Serio e di Casatenovo (Lc). In più sono arrivati uomini anche da altri Comandi provinciali. Con loro anche i Vigili del fuoco del Comando provinciale di Bergamo per dare un supporto operativo ai Carabinieri nella rimozione di ostacoli e irruzione nelle abitazioni, nonché la Polizia locale per gestire la viabilità in una giornata che vede l'area parecchio affollata.

Gli uomini dell'Arma eseguiranno decine di perquisizioni nell'area di Zingonia di Ciserano. Armi e droga sono gli obiettivi dell'operazione. Il quartiere, purtroppo, più volte è balzato alle cronache per entrambi i motivi, anche per tragici episodi.