Obbligo degli pneumatici invernali: ecco tutto quello che dobbiamo sapere

Da qualche giorno, più esattamente da martedì 15 novembre , sul 30 per cento delle strade italiane è diventato obbligatorio circolare con gli pneumatici invernali o con catene a bordo dell'auto. Ecco tutte le spiegazioni necessarie

L’inverno ormai è alle porte e da martedì 15 novembre è scattata anche l’ordinanza su oltre il 30 per cento delle strade italiane di circolare obbligatoriamente con gli pneumatici invernali o di essere dotati di catene a bordo.

Il tutto per affrontare al meglio le rigide temperature, le strade gelate e naturalmente la neve. Là dove è già arrivata o a breve arriverà. Per assicurare una guida in totale sicurezza nel periodo in cui le condizioni delle strade sono più pericolose.

Come ogni anno, in concomitanza della fatidica data del 15 novembre scatta anche la campagna “Inverno in sicurezza” patrocinata dal Ministero dell’Interno, dei Trasporti,  Aci, AISCAT, Ania,  Aniasa, UNASCA con una serie di utili informazioni per mettersi alla guida in totale sicurezza.

Fornendo consigli utili. In primis non fare economia sull’acquisto degli pneumatici invernali scegliendo marche note e valutando le  caratteristiche prestazionali riportate sull’etichettatura europea che devono anche essere presenti sulla prova di acquisto (ad esempio scontrino fiscale). Va ricordato che il documento fiscale risulta fondamentale per la decorrenza della garanzia legale che per i pneumatici, al pari di tutti gli altri prodotti che ricadono nel Codice del Consumo, è fissata in 24 mesi dalla data di acquisto.

Fondamentale anche il momento del montaggio e dello smontaggio dei pneumatici: evitate il fai da te ma affidatevi a un professionista dotato di tutte le necessarie strumentazioni, verificate periodicamente.  Soprattutto oggi che i veicoli sono obbligatoriamente  dotati di TPMS: dispositivi che segnalano sul cruscotto l’eventuale perdita di pressione dei pneumatici. E’ possibile che un soggetto non qualificato possa compromettere irrimediabilmente la funzionalità  di tali strumenti fondamentali viaggiare più sicuri. 

Un rivenditore specialista, cioè il gommista che fa del montaggio e smontaggio degli pneumatici la sua attività esclusiva o prevalente ha anche la competenza per consigliare il miglior prodotto in funzione delle esigenze di ciascun automobilista nel rispetto delle norme di legge  e quindi verificando correttamente la rispondenza sia ai parametri riportati nella carta di circolazione dell’auto, sia a quelli relativi al gonfiaggio presenti sul libretto di uso e manutenzione del veicolo.

Infine sfatiamo alcuni dubbi.

C’è differenze tra pneumatici da neve e termici?
Sono modi differenti per indicare pneumatici di tipo invernale che, per legge, non necessitano del montaggio di dispositivi di aderenza aggiuntivi. Sono distinguibili dalla marcatura M+S presente sul fianco del pneumatico (è un’autodichiarazione del Costruttore)  e dall’eventuale ulteriore pittogramma Alpino (una montagna a 3 picchi con un fiocco di neve al suo interno) che attesta il superamento di uno specifico test di omologazione su neve.

Quando è il momento di montare e smontare gli pneumatici invernali
Tra  il 15 novembre ed il 15 aprile, a prescindere dalle condizioni climatiche e/o dalla presenza di neve al suolo. Tale periodo può essere esteso in zone con condizioni climatiche particolari. In caso di vigenza di Ordinanze, è fatto obbligo il loro rispetto.

Ci sono differenze di prestazione tra gli pneumatici normali ( detti anche estivi) e quelli invernali?
Gli pneumatici invernali progettati e costruiti per dare, globalmente, il meglio nelle condizioni atmosferiche molto critiche (basse temperature unte ad  asfalto umido, bagnato, innevato, ecc.) mentre quelli normali offrono un compromesso migliore nelle condizioni di impiego normale.

Con gli pneumatici invernali posso viaggiare alla stessa velocità di quelli normali?
Naturalmente sì, in funzione delle condizioni della strada.

Gli pneumatici invernali devono essere gonfiati alla stessa pressione di quelli normali? In caso contrario dove posso trovare le indicazioni corrette?
Normalmente sì. La verifica va sempre fatta “a freddo” nelle condizioni ambientali specifiche, rispettando in ogni caso le prescrizioni del Costruttore del veicolo.

Che cosa sono gli pneumatici “all season”?
“All season”, “4 stagioni”, “all weather”, “multipurpose”, “multiseason”, ecc. sono definizioni commerciali a cui ciascun Costruttore attribuisce contenuti tecnici specifici. Se hanno la marcatura M+S consentono la circolazione in presenza di ordinanze. Per ulteriori chiarimenti fare riferimenti al catalogo del singolo costruttore.

Gli pneumatici invernali posso essere utilizzati solo ed esclusivamente in presenza di neve?
No, sono adatti per l’impiego durante tutto l’inverno, anche se non nevica..

Quanti pneumatici invernali devo montare sulla mia auto?
Il Ministero ne raccomanda l’installazione su tutte le ruote al fine di conseguire condizioni uniformi di aderenza su fondo stradale.

Pneumatici invernali e pneumatici normali muniti di catene sono giuridicamente due soluzioni equivalenti ed alternative?
Sì, lo prevede espressamente il Codice della Strada.

Sulla carta di circolazione della mia auto sono riportate misure specifiche per gli pneumatici invernali in aggiunta alle altre misure di pneumatici. Sono da considerarsi un obbligo esclusivo?
No, la circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 2004 ha chiarito che le misure specifiche per i pneumatici invernali indicate in carta di circolazione non sono da considerarsi in maniera restrittiva, ma aggiuntive alle versioni M+S delle altre misure indicate.