Niente cortile nell'intervallo, studenti in rivolta al Vittorio Emanuele II

BERGAMO - Tutti nell'atrio al momento dell'intervallo per protestare in modo pacifico, ma efficace, contro la decisione del Consiglio d'Istituto. E' il gesto degli studenti del Vittorio Emanuele II che, da oggi, si vedono negata la possibilità di andare in cortile

Si sono riversati in 1.300 nell'atrio della scuola paralizzandola. E' la protesta pacifica degli studenti dell'istituto tecnico commerciale Vittorio Emanuele II contro il divieto di utilizzo del cortile durante l'intervallo.

Una possibilità che la dirigente scolastica Lorena Peccolo ha dovuto negare recependo la decisione del Consiglio d'Istituto, votata nella seduta del 5 ottobre. La dirigente non ha potuto poi fare altro che diramare una circolare nei giorni scorsi, più esattamente giovedì 13, per informare tutti gli studenti.

Nel cortile, a partire da oggi, lunedì 17 ottobre, l'accesso è consentito soltanto alle automobili. Per l'intervallo occorre pensare ad altre soluzioni.

Gli studenti, naturalmente, non hanno gradito. E oggi, primo intervallo "a porte chiuse", hanno protestato nell'atrio dell'istituto. Da parte loro la richiesta di rivedere la decisione ritenuta davvero penalizzante per tutti.