Nel paese di Papa Giovanni XXIII in arrivo 59 profughi

SOTTO IL MONTE - Nel paese di Papa Giovanni XXIII, a pochi metri dalla casa natale, sono in arrivo 59 profughi che saranno alloggiati nella sede del Pime. Lo ha riferito li sindaco Maria Grazia Dadda in Consiglio comunale spiegando che si tratta di quelli ora ospitati a Ponte di Presezzo.

Sono in arrivo 59 immigrati richiedenti protezione politica. I cosiddetti "profughi" saranno ospiti nel paese natale del Papa Giovanni XXIII grazie alla disponibilità del Pime (Pontificio istituto missioni estere).

A dare l'annuncio è stato il sindaco Maria Grazia Dadda che, nel corso dell'ultima seduta di Consiglio comunale, ha voluto annunciare la novità a tutti gli amministratori comunali e ai cittadini.

Il Pime, situato a pochi metri di distanza dalla casa natale di Papa Giovanni XXIII, grazie a questa disponibilità si farà carico dei profughi che attualmente sono alloggiati nella palestra dell'Istituto Maironi a Ponte di Presezzo: una soluzione che era sempre stata considerata provvisoria e che, con l'avvicinarsi dell'anno scolastico diventa sempre più scomoda e impraticabile.