Motorizzazione civile: 24 indagati per corruzione e falso, 104 veicoli sequestrati

BERGAMO - Gli agenti della Polizia di Stato di Luino (Va) sono entrati alla sede della Motorizzazione civile di Bergamo: un blitz che ha portato a 8 misure cautelari. Indagate 24 persone per corruzione e falso in atto pubblico, 104 i veicoli sequestrati

Blitz della Polizia di Stato di Luino (Va) alla Motorizzazione Civile di Bergamo: gli agenti hanno dato esecuzione ad otto misure cautelari dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria emesse dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bergamo nei confronti di altrettante persone accusate a vario titolo personale di falsità ideologica in atto pubblico, corruzione, abuso di ufficio, riciclaggio e di una serie di altri delitti posti in essere anche in associazione che vede implicati un totale di 24 persone indagate.

Tra gli 8 destinatari della misura cautelare, oltre ai gestori di tre agenzie pratiche auto e ad un odontotecnico che per passione esercitava l’attività di pratiche auto, vi sono tre dipendenti della Motorizzazione Civile di Bergamo, addetti alle immatricolazioni ed alle operazioni di collaudo e revisione di veicoli. 

Lo scopo del sodalizio criminale, sgominato dagli agenti della Polizia di Stato, era l’immatricolazione di veicoli provenienti dall’estero, per lo più dall’Inghilterra, dalla Romania e dagli Stati Uniti, che non sarebbero potuti essere “nazionalizzati” in Italia, poiché con caratteristiche non rispettanti i requisiti tecnici imposti dalla nostra normativa.