Matrimonio Sea-Sacbo, Maroni: "Il Comune di Milano rallenta tutto"

ORIO AL SERIO - Roberto Maroni, Presidente della Regione Lombardia, interpellato sulla possibilità che il Pirellone entri nella nuova società con Sea e Sacbo per la gestione del sistema lombardo degli aeroporti, ha puntato il dito contro il Comune di Milano, accusandolo di rallentare l'operazione.

"Noi siamo pronti, le società mi pare siano disponibili, il problema è che il Comune di Milano non ha ancora deciso e neppure fatto il bando per l'advisor e questo blocca tutto". Lo ha detto il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, conversando con i giornalisti a margine di una conferenza stampa con il ministro del Lavoro Poletti, circa l'interessamento di Palazzo Lombardia ad entrare nella nuova società che dovrebbe nascere da Sea e Sacbo.

"Non sta a noi definire se sarà una fusione, una newco o altro", ha sottolineato il Governatore, ribadendo che la Regione "vuole essere protagonista per la regia del sistema aeroportuale lombardo. Questo - ha messo in evidenza - vuol dire, non solo occuparsi degli scali, ma garantire che le infrastrutture che li collegano al territorio siano potenziate".