Maroni: "L'eredità di Expo? La lotta alla contraffazione alimentare"

EXPO - L'eredità dell'Esposizione Universale è immateriale: e consiste nella lotta alla contraffazione alimentare. Lo ha spiegato Roberto Maroni, Presidente della Regione Lombardia, intervenendo al Forum Ambrosetti in corso a Villa d'Este a Cernobbio.

"L'eredità immateriale, legata al tema 'Nutrire il pianeta', è la Carta di Milano firmata da oltre 500mila persone, che contiene la proposta dall'Italia sui temi dell'esposizione universale, e sarà consegnata al segretario generale delle Nazioni Unite. Su questa tema la Regione Lombardia ha dato un importante contributo su un'articolazione, quella della lotta alla contraffazione alimentare: il 7 luglio 2013 alla Villa Reale di Monza abbiamo stilato un documento sulla lotta alla contraffazione alimentare, insieme a Coldiretti, abbiamo condiviso questo documento con le nazioni dell'Unione Europea nel gennaio 2014 e lo abbiamo presentato in giro per il mondo con il World Expo Tour in Europa e nel mondo, illustrandone i contenuti. I danni di natura economica provocata dalla contraffazione alimentare attraverso il cosiddetto 'italian sounding', ovvero ciò che sembra italiano ma non lo è, vale 60 miliardi di euro all'anno nel mondo, ovvero il doppio di tutto l'export agroalimentare italiano. Per la Lombardia significa più di 13 miliardi di fatturato e oltre 39mila addetti alla produzione persi a causa della contraffazione alimentare. Se noi riusciremo a ridurre anche solo del 10% la contraffazione alimentare sarà un contributo concreto all'economia e alla produzione italiana di 6 miliardi l'anno." 

Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo alla seconda giornata dei lavori della quarantunesima edizione del 'Forum the European House - Ambrosetti a Villa d'Este' dal tema: "Lo scenario di oggi e di domani per le strategie competitive" in programma a Villa Este a Cernobbio (Co). "Per contrastare la contraffazione - ha proseguito Maroni - abbiamo stilato un 'action plan', assieme al Forum Ambrosetti, e ne faremo una presentazione ufficiale il prossimo 24 ottobre. Perché questa deve essere l'eredità immateriale di Expo".