Malore durante la passeggiata, muore sul sentiero che porta al Resegone

SANT'OMOBONO TERME - E' uscito da solo per fare un'escursione sul monte Resegone ed è stato colto da malore: un uomo di 56 anni, residente in paese, ieri mattina è stato avvistato ormai privo di vita da un altro escursionista vigino al rifugio Azzoni.

E' uscito presto di casa al mattino per fare un'escursione in montagna, ma non è mai arrivato alla meta: P.D., un uomo di 56 anni residente in paese, è stato stroncato da un malore durante la passeggiata sul Resegone. A trovarlo è stato un altro escursionista che ha subito chiamato i soccorsi, ma ormai erano del tutto inutili.

L'uomo è stato trovato ieri mattina lungo il sentiero 8, il Val Caldera, a circa 1.700 metri di altitudine. Nessuno lo ha visto accasciarsi al suolo: è stato avvistato mentre era già a terra da un altro escursionista che ha avvisato il rifugio Azzoni e, da lì, è partita la chiamata ai soccorritori.

Sul posto sono arrivati gli uomini del Soccorso alpino insieme a un'eliambulanza. Hanno potuto soltanto constatare che il poveretto era già morto, molto probabilmente colto da malore durante la passeggiata.

E' stato poi necessario l'intervento dei Carabinieri per risalire alla sua identità: l'uomo, infatti, era uscito in passeggiata senza alcun documento. Nel marsupio aveva soltanto le chiavi dell'auto e il telefono cellulare.