Le mura della città diventano sino Unesco. Maroni: "Motivo di grande orgoglio"

BERGAMO - Un lungo percorso e un riconoscimento che dà lustro alla città e ne mette in risalto la sua storia e la sua bellezza: le mura veneziane sono state elette sito Unesco, un patrimonio dell'umanità

"Il riconoscimento delle Mura veneziane come nuovo sito Unesco è motivo di grande orgoglio, perché la proclamazione avvenuta a Cracovia rende ulteriore merito allo straordinario patrimonio culturale della Lombardia, che da oggi vanta un nuovo sito Patrimonio mondiale dell'umanità, in cui sono coinvolte anche altre Regioni". Lo dichiara il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, commentando la proclamazione delle Mura veneziane a Patrimonio mondiale dell'umanità, avvenuta a Cracovia, da parte dell'Unesco.

"Con le Mura veneziane salgono dunque a undici i siti Unesco della nostra regione, dieci 'materiali' più il sito 'immateriale' del 'saper fare il liutario' riconosciuto alla città di Cremona - sottolinea il presidente -. La Lombardia rafforza così il proprio primato di regione con il maggior numero di siti Unesco in Italia e si conferma, anche in questo ambito, una vera eccellenza nazionale".