La Regione: nella bergamasca tesori da valorizzare

BERGAMO - Tre gioielli visitati dagli assessori regionali Cristina Cappellini, Claudia Maria Terzi e Alessandro Sorte: per cercare di capire in quale modo la Regione può rendersi utile per la valorizzazione

Il Palazzo Visconteo e la Chiesa di S. Andrea di Brignano di Gera d'Adda; l'ex convento dei Neveri a Bariano e la Rocca Viscontea di Romano di Lombardia. Sono questi i tre gioielli visitati dagli assessori regionali Cristina Cappellini (Culture, Identità e Autonomia), Claudia Terzi (Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile) e Alessandro Sorte (Infrastrutture e Mobilità) nella bassa bergamasca.

Il senso delle tre tappe lo ha riassunto Cristina Cappellini spiegando che si è trattato di "una grande occasione di confronto con il territorio". "Abbiamo infatti avuto la possibilità - ha detto - non solo di capire quali sono le esigenze di chi gestisce questi capolavori, ma anche di spiegare loro come la Regione può essere concretamente vicina a chi questi beni li vuole tutelare e valorizzare. Grazie infatti alla nuova Legge sulla cultura possiamo realizzare iniziative importanti nei prossimi mesi".

Le possibilità di intervenire, dunque, ci sono, è però importante che siano anzitutto i sindaci, e chi si occupa di cultura, a capire su cosa concentrare la propria attenzione così poi da poter chiedere l'aiuto della Regione su di un progetto preciso e ben delineato.

Soddisfazione è stata espressa anche dagli assessori Terzi e Sorte che hanno sottolineato l'importante delle visite sul territorio per capire come aiutare 'dal basso' così da valorizzare i gioielli e le bellezze di cui gode la Lombardia in un'ottica di "pieno rispetto dell'ambiente in cui essi sono inseriti e di promozione turistica".

"La Regione - hanno concluso gli assessori - può aiutare in tutti i casi. Ad ognuno dei sindaci e delle personalità incontrate abbiamo suggerito idee e strumenti che possiamo mettere in campo velocemente per sostenere i progetti del territorio. Abbiamo però bisogno che anche loro facciano lo stesso".