La Regione Lombardia sulla Variante di Zogno: "Vogliamo finire i lavori"

ZOGNO - Alessandro Sorte, assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, ribadisce la volontà di realizzare i lavori della Variante di Zogno. Un'opera considerata di primaria importanza "per una valle che rischia di morire a causa della carenze di infrastrutture"

"Sorprende l'interesse del consigliere Violi per chi sta affrontando un problema gigantesco, come la variante di Zogno, per una valle che rischia di morire a causa della carenze di infrastrutture. Capisco il nervosismo del suo movimento, notoriamente simpatizzante per i No Tav e per quella corrente di pensiero contraria alle opere pubbliche: 'L'Italia del no!', ma la nostra volontà è di concludere i lavori della variante".

Così l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Sorte replica alle dichiarazioni di Dario Violi.

"E' una scelta complessa - conclude Sorte -, che richiede risorse, e per realizzare la quale il Governo non ci ha dato una mano. La classe politica bergamasca dovrebbe invece unirsi e fare squadra, per trovare le risorse necessarie per un'opera che interessa tutta la comunità".