La Lega Nord presenta il conto: chiesti 460 euro ad Alfano per ogni clandestino fermato

BERGAMO - L'onorevole Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord, annuncia che tutti i sindaci del suo partito chiederanno 460 euro al Ministero dell'Interno per ogni clandestino fermato dalla Polizia locale. L'importo è stato calcolato da Alessandro Fagioli, sindaco di Saronno (Va)

"Tutti i Comuni lombardi amministrati da un sindaco della Lega Nord stanno inviando al Ministero degli Interni una lettera per esigere il rimborso delle spese sostenute dalla Polizia locale nell’identificare i soggetti privi di documenti e permessi di soggiorno". Lo rivela l'onorevole Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e segretario della Lega Lombarda, spiegando che tutti i primi cittadini del Carroccio hanno deciso di imitare il gesto di Alessandro Fagioli, sindaco di Saronno.

"Non possono essere i nostri Comuni, con i bilanci ridotti all’osso per i tagli scriteriati decisi da Roma e dal Governo Renzi, ad accollarsi anche i costi derivanti dalle inefficienze del nostro Ministero degli Interni - spiega Grimoldi - per questa ragione i nostri sindaci faranno richiesta di rimborso al Ministero, per poter riavere queste risorse economiche da destinare a servizi necessari per i cittadini".

A quantificare l’ammontare delle spese ha provveduto Fagioli, sindaco di Saronno: "Mediamente il costo orario e di mezzi per il fermo di un clandestino è di circa 460 euro, risorse tolte dalle normali competenze della Polizia locale riguardanti ad esempio il controllo del traffico e della sicurezza stradale, come confermato dal contestuale decremento dei proventi per le sanzioni di violazione del Codice della strada".