La commessa dell'autogrill presa a pugni in faccia: arrestato il senzatetto

FARA D'ADDA - Una donna di 41 anni, residente in paese, è stata presa a pugni da un senzatetto. Commessa all'autogrill di Caponago, aveva invitato il senzatetto a non infastidire i clienti. Lui l'ha attesa all'uscita e si è vendicato. E' stato poi arrestato dalla Polstrada di Seriate

L'invito a uscire dall'autogrill di Caponago e a non molestare più i clienti per lui dev'essere stato un affronto: un senzatetto ieri, domenica 16 luglio, si è vendicato più tardi prendendo a pugni in faccia la commessa nel parcheggio. E' stato fermato da due camionisti e arrestato dalla Polizia stradale di Seriate.

Un gesto inspiegabile, considerando che l'uomo non è mai stato maltrattato nell'autogrill Brianza Sud lungo l'autostrada A4. Tutt'altro: presenza quasi fissa, non solo è sempre stato tollerato dai dipendenti e dai clienti ma, nei limiti del possibile, è stato anche aiutato.

Certo il personaggio ha il suo bel caratterino e, in passato, ha già avuto non pochi problemi con la giustizia. Tuttavia nella sua quotidianità non ha mai creato particolari problemi all'autogrill.

Era soltanto diventato un po' più insistente e più molesto. Atteggiamento che, ieri, ha spinto la dipendente a chiedergli di uscire per non infastidire che si fermava per un caffè o per mangiare un boccone.

Lui ha bofonchiato qualcosa ed è uscito. Ma ha atteso la donna, una quarantunenne di Fara d'Adda, alla fine del turno. Mentre lei si avviava verso l'automobile, l'ha raggiunta e l'ha colpita violentemente al volto con un paio di pugni.

E' stato fermato da due camionisti, che hanno assistito alla scena e che sono prontamente intervenuti. Il senzatetto, poi, è stato arrestato dagli agenti della Polizia Stradale di Seriate. La commessa, invece, è finita al Pronto soccorso.