L'autista del Tir dorme, i ladri rubano 21 biciclette da corsa Bianchi

TREVIGLIO - Due autotrasportatori polacchi erano arrivati in città lunedì sera per caricare 21 biciclette da corsa Bianchi. Si sono fermati in via Calvenzano per dormire prima di affrontare il viaggio di ritorno ma, al risveglio, le biciclette erano sparite

In due sul Tir, probabilmente davvero stanchi oppure russavano davvero bene: durante la notte i due autotrasportatori, in sosta a Treviglio, sono stati derubati. Un carico anche prezioso: si trattava di 21 biciclette da corsa di marca Bianchi, per un valore stimato di circa 40 mila euro.

Ad accorgersi dell'accaduto sono stati i due autotrasportatori polacchi, ieri mattina al risveglio poco prima dell'alba, quando sono scesi dal Tir, parcheggiato in via Calvenzano, per sgranchirsi le gambe e bere un caffè e si sono accorti del portellone aperto.

Subito hanno dato l'allarme. Sul posto sono arrivati gli agenti del Commissariato cittadino della Polizia di Stato. I due autotrasportatori hanno spiegato di avere caricato le biciclette la sera prima e, prima di affrontare il viaggio di ritorno, aveva ritenuto opportuno riposare.

Durante il sonno i ladri si sono impossessati di 21 scatoloni. Troppi per pensare che abbia fatto tutto una persona da sola. Molto più facile sospettare della presenza di una banda specializzata in furti di biciclette.

Sul piazzale è stata fatta arrivare anche la Polizia scientifica che ha trovato alcune impronte digitali. Attraverso quelle e dallo studio delle immagini registrate dal sistema di videosorveglianza del territorio le forze dell'ordine contano di risalire agli autori del colpo.