L'anziano della casa di riposo cliente delle squillo di lusso

BERGAMO - Un traffico di una quindicina di prostitute romene, gestite da quattro loro connazionali, scoperto dagli uomini della Squadra mobile. Prestazioni di lusso, con tariffe dai 150 ai mille euro. Ma tra i clienti anche un anziano residente in una casa di riposo

C'è anche un anziano che vive in una casa di riposo tra i clienti delle squillo di lusso, ovvero quel giro di una quindicina di ragazze tutte romene gestite dalla banda sgominata nei giorni scorsi dagli agenti della Squadra Mobile coordinati dal Pm Gianluigi Dettori.

Cinque le persone che gestivano tutto il traffico, quattro romeni più la moglie di uno di loro. Lei soltanto denunciata, due uomini arrestati (uno rimasto ai domiciliari e l'altro in carcere) mentre due sono ancora ricercati.

Secondo gli inquirenti le ragazze, reclutate in patria, tutte tra i 20 e i 27 anni, lavoravano come squillo di lusso con un tariffario variabile tra i 150 e i mille euro in base alle esigenze dei clienti, avvicinati tramite inserzioni sui giornali.

Tra questi anche l'anziano che, stando alle prime indiscrezioni, pare ricevesse le ragazzi direttamente nella casa di riposo.