Italcementi: sindacati preoccupati, ma il titolo vola in Borsa

BERGAMO - Reazione differenti all'indomani dell'operazione del gruppo tedesco HeidelbergCement, che ha rilevato il 45% di Italcementi. Sindacati preoccupati per i 6 mila posti di lavoro, politici che parlano di un'avanzata tedesca, ma investitori che hanno fatto volare il titolo in Borsa.

All'indomani della notizia dell'arrivo dei tedeschi di HeidelbergCement, che attraverso Italmobiliare hanno messo le mani sul 45% di Italcementi, costituendo di fatto il primo colosso mondiale nel settore degli aggregati e il secondo nel campo del cemento, non sono mancate le reazioni su tutto il territorio nazionale.

La prima, quella più preoccupata, è quella dei sindacati. Che hanno parole dure sul metodo utilizzato per condurre questa operazione, tenendo tutti all'oscuro fino all'ultimo momento. E che esprimono tutti i loro dubbi sul mantenimento dei 6 mila posti di lavoro del gruppo Italcementi, di cui 900 nella provincia di Bergamo.

Se non sono mancate le reazione politiche a livello nazionale, con politici un po' perplessi di fronte all'avanzata tedesca anche a livello imprenditoriale, è di tutt'altro tono la reazione del mercato.

Gli investitori, infatti, alla Borsa di Milano hanno dimostrato di credere nell'operazione. Il titolo in una sola giornata è salito fino a 9,85 euro per azione con un aumento del 49%. Comunque inferiore ai 10,6 euro dell'Offerta pubblica di acquisto ma si tratta del miglior prezzo raggiunto negli ultimi sette anni.