In piscina per rubare alle macchinette del caffè, aggredisce i Carabinieri

OSIO SOTTO - E' entrato nella piscina "Acquadream" per rubare le monete dai distributori automatici, ma ha fatto scattare l'allarme. Quando è stato sorpreso dai Carabinieri, ha provato ad aggredirli per fuggire ma è finito comunque in carcere

Fare un po' di attività in piscina è sempre salutare. La sua un po' meno: un italiano di 32 anni, residente a Dalmine, è stato sorpreso dai Carabinieri mentre tentava di rubare le monete dai distributori automatici all'impianto "Acquadream" di Osio Sotto. E' stato arrestato per furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

Il malintenzionato, un pregiudicato che era ancora sottoposto all'obbligo di firma, quando è stato sorpreso nel pomeriggio di domenica in seguito alla segnalazione della vigilanza privata, non si è infatti arreso. Se l'è presa con i Carabinieri della stazione di Brembate decidendo di aggredirli per tentare la fuga.

I militari, però, sebbene a fatica sono riusciti a bloccarlo. Lo hanno accompagnato in carcere e messo a disposizione dell'autorità giudiziaria. Quanto a loro, sono stati medicati e giudicati guaribili in una settimana.