Il Comune spende 48 euro per le caramelle ai bambini, la Corte dei Conti chiede chiarimenti

TREVIGLIO - Il sindaco Giuseppe Pezzoni ieri ha rivelato che la Corte dei Conti gli ha scritto per avere chiarimenti sui 48,25 euro spesi per le caramelle date ai bambini in occasione dello scorso Natale. E per le targhe fatte in occasione del San Martino d'Oro.

Ha speso 48,25 euro per le caramelle da dare ai bambini in occasione di una iniziativa dello scorso Natale: il sindaco Giuseppe Pezzoni è stato ora invitato dalla Corte dei Conti a fornire chiarimenti.

Lo rivela lo stesso primo cittadino sulla sua pagina Facebook, manifestando tutto il suo stupore per questo accertamento. "Un orrendo spreco - commenta con un'amara ironia Pezzoni - ben 48,25 euro per le caramelle che abbiamo dato a bambini e ragazzi che sono venuti in Comune a ritirare la luce di Betlemme. Sono esterrefatto".

La Corte dei Conti ha chiesto giustificazioni al sindaco anche per i 58,56 euro spesi per la fornitura di diplomi personalizzati per il San Martino d'Oro, 122 euro per gli astucci di velluto con targa incisa per il San Martino d'Oro, e 224,70 euro per piante e fiori da destinare allo sportello polifunzionale.

Pezzoni, oltre a rimanere allibito e incredulo, si chiede quale possa essere il beneficio di questa verifica della Corte dei Conti in rapporto ai suoi costi. E gli sorge un dubbio: "L'anno prossimo ai premiati con San Martino d'Oro cosa potremo dare? Un foglio A4 o, esagerando, un A3?"