Il bagagliaio dell'auto diventa un fast food: multati otto immigrati boliviani

BERGAMO - Avevano scelto come sede il parcheggio del mercato ortofrutticolo in via Borgo Palazzo: otto boliviani, utilizzando come bancone il bagagliaio dell'auto, avevano organizzato un fast food ambulante. La Polizia locale ha sequestrato tutta la merce e le bibite.

Avevano trasformato il bagagliaio della loro automobile in un negozio ambulante. Idea ingegnosa, soprattutto in questo tempo di crisi, ma purtroppo esercitata in modo illegale: gli agenti della Polizia locale, nei giorni scorsi, hanno sequestrato 157 bottiglie tra birra e bibite varie nonché 105 chilogrammi di prodotti alimentari a otto cittadini boliviani.

Il loro punto prescelto per esercitare la vendita dei prodotti era il parcheggio del mercato ortofrutticolo di via Borgo Palazzo. Lì, come se nulla fosse, avevano trasformato il bagagliaio in un bancone ambulante per vendere le empanadas, panini, ma anche semplicemente semplici bibite o birra.

La segnalazione è arrivata al Comando: cittadini e qualche dipendente del mercato ortofrutticolo che avevano dapprima notato un insolito movimento nel parcheggio, poi si erano accorti del commercio illegale.

L'attività attirava gente di ogni tipo: sono solo sudamericani, capaci sempre di fare "squadra" in queste occasioni, ma anche italiani che cercavano qualcosa da mangiare velocemente a poco prezzo oppure incuriositi da qualche delizia sudamericana.

Sabato l'intervento della Polizia locale che ha dovuto sanzionare gli otto boliviani per la violazione della normativa sul commercio. La merce, 105 chili di prodotti alimentari e 157 bottiglie, è stata interamente sequetrata.