Guardie giurate sui treni: a Treviglio il primo arresto

TREVIGLIO - E' un uomo di 40 anni, originario del Ghana, il primo arrestato da quando la Regione ha introdotto la figura delle guardie giurate armate sui treni. Sabato, senza biglietto, ha minacciato di morte il capotreno e aggredito i due vigilantes

Ha minacciato il capotreno e aggredito con calci e pugni le due guardie giurate in servizio sul convoglio: un quarantenne del Ghana, presente in Italia senza fissa dimora, è stato poi consegnato agli agenti del Commissariato di Polizia di Treviglio. E' la prima persona arrestata da quando Regione Lombardia ha introdotto la figura delle guardie giurate armate sui treni.

L'episodio è avvenuto sabato sera sulla Bergamo-Treviglio. Il capotreno, scortato da due guardie, ha percorso tutto il convoglio per verificare la regolarità del titolo di viaggio dei passeggeri. Arrivato dal ghanese, ha scoperto che questi era senza biglietto.

L'extracomunitario è stato invitato a scendere alla prima fermata. Ma anziché adeguarsi, poiché non in regola, ha pensato di risolvere la questione minacciando il capotreno. E, subito dopo, ha aggredito le due guardie giurate intervenute.

Al termine della breve colluttazione è stato comunque bloccato. Alla fermata di Treviglio sono arrivati gli agenti della Polizia di Stato per arrestarlo. Le due guardie giurate, invece, sono state portate al pronto soccorso per le medicazioni, subito dimesse con pochi giorni di prognosi.