Grazie ai tagli della politica, in Regione c'è posto per 34 tirocini per neolaureati

Grazie ai tagli della politica la Regione Lombardia è riuscita a istituire borse di studio per 34 neolaureati. Tutte le modalità per partecipare sono disponibili sul sito del Consiglio regionale. Le domande sono da presentare entro martedì 15 settembre

Il Consiglio regionale continua nell’attività di formazione di giovani che sognano di lavorare in ambito istituzionale, nei rapporti internazionali, nei Comitati di controllo e anche in altri ambiti paralleli.

Nel 2016, grazie ai risparmi derivanti dai tagli ai costi della politica, Palazzo Pirelli potrà accogliere altri 34 giovani neolaureati che si aggiudicheranno le 23 borse di studio per tirocini formativi il cui bando è stato pubblicato nelle scorse settimane sul sito  www.consiglio.regione.lombardia.it, oltre alle 6 per attività di ricerca e le 5 curriculari in convenzione con le Università della Lombardia. Le domande per i 23 tirocini formativi devono essere presentate entro il 15 settembre.

“La nostra istituzione ha fortemente voluto questa iniziativa che nasce dalla volontà di aprire le porte della nostra istituzione a neolaureati meritevoli che si sono candidati per fare uno stage all’interno della pubblica amministrazione – sottolinea il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo, che insieme all’Ufficio di Presidenza ha promosso l’attivazione delle borse di studio–. Il mio augurio è che altri giovani brillanti e motivati possano vivere un’esperienza formativa significativa dal punto di vista umano e professionale, così come la stanno vivendo in questi mesi i giovani tirocinanti che hanno superato la selezione del primo bando dello scorso anno. Tengo a ricordare –ha concluso il Presidente Cattaneo-  che è stato possibile attivare queste borse di studio attraverso lo stanziamento di una parte dei risparmi derivati dai tagli ai costi della politica: abbiamo utilizzato queste risorse per uno scopo chiaro e preciso e cioè dare una possibilità concreta di formazione a questi ragazzi”.

Tuttora sono impegnati in Consiglio regionale o al Parlamento europeo i 25 giovani che, nel 2015, hanno beneficiato delle 22 borse di studio istituite dall’Ufficio di Presidenza per tirocini formativi e di orientamento e delle 3 per attività di ricerca.