Già bloccato dal sindaco, torna a rubare: stavolta è arrestato

ALZANO LOMBARDO - Un marocchino di 18 anni è stato arrestato dai Carabinieri alla fermata del tram per furto in abitazione. E' lo stesso che era stato bloccato dal sindaco di Torre Boldone e che non era stato possibile arrestare per un cavillo di legge.

Gli era già andata bene una volta, quando non avevano potuto arrestarlo per un cavillo e se l'era cavata con una denuncia. Ha voluto sfidare di nuovo la sorte, ma stavolta gli è andata male: un tunisino di 18 anni  è stato arrestato dai Carabinieri.

Il 3 settembre era stato rintracciato e bloccato da Claudio Sessa, sindaco di Torre Boldone, che era intervenuto con la Polizia locale dopo un furto in abitazione. Lo avevano consegnato ai Carabinieri ma, alla fine, per un disguido, quando avevano contattato la Procura della Repubblica avevano scoperto che nessuno gli aveva mai notificato lo stato di arresto e, pertanto, potevano soltanto denunciarlo a piede libero.

Quell'esperienza, però, non è bastata al giovane extracomunitario che, ieri, è stato bloccato dai Carabinieri alla fermata del tram. I militari in borghese lo avevano notato prima che salisse alla stazione del tram delle Valli in direzione Albino. Subito dopo la partenza, ecco che arriva una segnalazione: un ragazzo è entrato nell'abitazione di una pensionata portando via monete, un orologio, alcuni monili.

I Carabinieri, senza esitare, si precipitano alla rincorsa del tram e intercettano il giovane alla fermata di Pradalunga. Stavolta, per lui, scattano subito le manette.