Falsi dentisti: 10 denunce, presunta evasione milionaria al fisco

BERGAMO - Al termine di un anno e mezzo di indagini la Guardia di Finanza ha denunciato falsi dentisti: si trattava di odontotecnici che lavoravano come odontoiatri senza averne titolo. Scoperto anche un laboratorio che realizzava protesi non certificate. L'evasione è milionaria

La segnalazione anonima giunta alla Guardia di Finanza di Bergamo probabilmente non poteva neanche prefigurare una situazione di questo tipo. Ma avviate le indagini, sono stati ben dieci gli odontotecnici denunciati per esercizio abusivo della professione. Emersi anche milioni di euro non dichiarati al fisco.

Un lungo lavoro quello delle Fiamme Gialle, iniziato con la segnalazione raccolta alla fine del 2014. Si parte da un laboratorio odontotecnico che, al suo interno, dispone anche di un'area attrezzata per l'odontoiatria. Tra l'altro si trattava di un laboratorio non registrato al Ministero della Salute e, pertanto, realizzava protesi prive di certificazione.

Proprio da quelle protesi, passo dopo passo, la Finanza è arrivata a coloro che le acquistavano. Scoprendo che l'indagine stava diventando sempre più importante. In totale 25 gli studi professionali controllati.

Al di là dell'aspetto sanitario, con odontotecnici che lavoravano come odontoiatri, una dottoressa serba che ha accettato di fare da prestanome ma non si è mai vista in studio, agenti di commercio che "piazzavano" le protesi non certificate, è emersa anche la parte più strettamente economica: si tratta di una presunta evasione di 4,2 milioni di euro.